Termoconvettore prezzi: spendi bene il budget a disposizione

Termoconvettore prezziTermoconvettore prezzi: parliamo di un prodotto economico o no?
Quando spendere di più e quando spendere di meno?
Quali sono le caratteristiche di cui puoi fare a meno?
Questo è l’interrogativo che andremo a risolvere in questa pagina. Scegliere un termoconvettore non è di certo facile e la nostra scelta dipende pure dal prezzo. Spesso, quando ci piace un prodotto, fatichiamo a comprarlo per via del suo costo troppo oneroso. Ed è anche giusto che sia così, visto che non tutti possiamo permetterci di spendere cifre troppo elevate.
In casi come questo però, il termoconvettore risulta essere uno strumento essenziale per riscaldare una stanza fredda ed umida. L’acquisto è quasi obbligatorio per assicurare il giusto benessere a te e ai componenti della tua famiglia. Ragion per cui è essenziale valutare se il termoconvettore è un prodotto economico o no e valutare se si può risparmiare cercando di rinunciare a delle caratteristiche che potrebbero non servirti.
Nel prossimo paragrafo andremo ad elencare alcune delle caratteristiche che fanno aumentare il prezzo di questo prodotto. Ne descriveremo la funzionalità e così potrai capire da te se sono caratteristiche che possono servirti oppure no.

E adesso, se interessato, approfitta delle offerte in basso per risparmiare sull’acquisto dei seguenti termoconvettori elettrici!

 
Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2019 12:41

Costo termoconvettore: le caratteristiche

Quali sono le caratteristiche che fanno aumentare il costo di un termoconvettore?
Una caratteristica che è presente in tutti i modelli moderni è il termostato regolabile. Questo strumento permette di mantenere il tuo ambiente domestico alla temperatura da te desiderata. Infatti, il convettore si spegnerà una volta raggiunta questa temperatura e si accenderà se la temperatura scende al di sotto del parametro prefissato.
Come abbiamo detto, tutti i modelli moderni posseggono un termostato, ma non i “vecchi” termoconvettori. Infatti, in commercio ci sono ancora termoconvettori senza termostato. Potresti pure acquistarne uno senza, ma poi sarebbe il caso di comprare un termostato separatamente. Ti diciamo questo perché questo dispositivo è fin troppo importante per evitare gli inutili sprechi di energia.
Adesso parliamo del timer. Grazie a questa funzionalità potrai programmare l’accensione e lo spegnimento del tuo termoconvettore. Se desideri che il termoconvettore riscaldi un determinato ambiente prima del tuo ritorno in casa, potrai programmare l’accensione prima di uscire. Questa caratteristica di certo fa aumentare leggermente il costo di un convettore. Quindi, in base al budget che hai a disposizione e al tuo stile di vita, potresti rinunciarci o no.
Presenza o meno della ventola. L’utilità della ventola in un termoconvettore permette di distribuire l’aria in modo più veloce. Quindi, il vantaggio è quello di riscaldare l’ambiente in modo più repentino rispetto ai classici modelli che sono più lenti. Quindi, se a te non interessa che una determinata stanza venga riscaldata velocemente, potresti rinunciare ai modelli con ventola. In questo caso il nome corretto da utilizzare sarebbe ventilconvettore,

Dal punto di vista della struttura fisica, ci sono dei modelli Slim (sottili) che occupano davvero poco spazio. Modelli con display al led e comandi touch screen e dotati pure di telecomando. Ovviamente, in questo caso si parla di un design piuttosto moderno che fa aumentare il prezzo. Se il design e l’utilità di poter gestire a distanza il prodotto con il telecomando, non ti interessa, potresti optare per i modelli dal design classico e senza telecomando. Quest’ultimi costano di meno, naturalmente.
Per quanto riguarda la tipologia, noi consigliamo il termoconvettore elettrico.
Perché preferire il modello elettrico ai modelli ad acqua e a gas?
Perché i modelli elettrici non hanno bisogno di alcuna professionale installazione e sono subito pronti all’uso una volta acquistati. I termoconvettori ad acqua invece richiedono la presenza in casa della caldaia a condensazione o della pompa di calore e l’aiuto di un esperto per il montaggio (visto che in questo caso si può parlare di un vero e proprio impianto). Per i termoconvettori a gas è necessario applicare alla parete un foro di circa 12 cm come presa d’aria esterna (oltre all’allaccio al gas).

Costo termoconvettori: occhio al marchio!

Prima abbiamo parlato solo ed esclusivamente di caratteristiche. Adesso concentriamoci su un altro aspetto molto interessante e, soprattutto, molto importante. Ci riferiamo al marchio.
Puoi pure decidere di rinunciare a caratteristiche come il timer, al design Slim e a quant’altro, ma non puoi rinunciare in nessun caso ad un marchio di qualità.
Perché è importante la scelta del marchio?
Per evitare finti risparmi.
Ti facciamo subito un esempio.
Magari sei andato dal negozietto sotto casa e hai acquistato un economico termoconvettore. Non hai badato molto al marchio, ma i tuoi occhi sono caduti solo sul prezzo conveniente. Arrivi a casa e metti subito in funzione il tuo apparecchio. Ti basteranno poche ore per accorgerti di come il prodotto acquistato non sia in grado di riscaldare in modo efficiente. Ciò significa solo che dovrai procedere con un nuovo acquisto. Quindi, avrai sprecato solo i tuoi soldi.
Esempio 2: il termoconvettore acquistato sta funzionando come si deve. Sei contento per l’ottimo acquisto e anche per il fatto di aver risparmiato. Peccato che dopo un po’ di tempo, inizino i primi problemi tecnici con il prodotto. A quel punto ti servirebbe anche un assistenza o magari vorresti sapere qualche informazione in più sul difetto. A quel punto devi chiamare l’assistenza della Casa produttrice. Ti accorgi in questo momento che il brand è commercializzato in Italia ma non ha alcuna filiale di riferimento nel nostro bel Paese. Quindi nessun servizio assistenza. L’unica soluzione sarebbe quella di chiamare all’estero ed improvvisare una chiacchierata in inglese. Se sai bene l’inglese, buon per te ma occhio alla bolletta del telefono, successivamente.
Esempio 3: hai acquistato il tuo bel termoconvettore elettrico super economico. Guardi il libretto delle istruzioni e ti accorgi che il manuale delle istruzioni è in tutte le lingue tranne l’italiano. Questo renderebbe piuttosto difficoltoso l’utilizzo del termoconvettore se per te si tratta del primo acquisto.
Acquistando invece un prodotto dal marchio affidabile (come De Longhi, ad esempio) non avresti mai di questi problemi. In ogni caso avresti un servizio assistenza a cui rivolgerti. Quindi, cerca prodotti che siano economici ma che abbiano un marchio serio e professionale.

Termoconvettori: prezzi alla portata!

Abbiamo visto alcune delle caratteristiche che fanno aumentare il costo di un termoconvettore. Puoi valutare da te se la presenza del timer (ad esempio) possa essere una funzione per te essenziale o di cui puoi fare tranquillamente a meno. Una cosa però è certa: al di là delle singole funzioni, il termoconvettore elettrico ha un prezzo decisamente alla portata. Ovviamente, in base al modello scelto il prezzo sarà più o meno economico.